Scuola Primaria "Don Lorenzo Milani " – Villachiara – Brescia
Progetto "Boschi di casa nostra: alla scoperta del Parco Oglio Nord "

Platano (Villagana, strada che costeggia il fiume Oglio)

PLATANO

Nomi dell'albero

Origine del nome

Da “platys” cioè largo, ampio, piatto, con riferimento all’ampiezza delle foglie.

Descrizione generale

Il platano è un grande albero, alto 20 – 30 metri, con tronchi robusti, diritti, regolari. È un albero di rapida crescita. Il tronco, oltre alla caratteristica corteccia chiazzata, presenta talvolta rigonfiamenti a palla. È un albero molto longevo: supera i quindici secoli di vita e sviluppa tronchi con 6 – 8 metri di circonferenza. Spesso gli individui vecchi hanno il tronco cavo. Il legno è bruno rosato, è tenace, ben lavorabile, brucia bene. Questo albero è sensibilissimo all’inquinamento.
Curiosità: le leggende più antiche raccontano che il platano avrebbe nascosto nel suo tronco cavo il serpente dell’Eden: per punizione assunse le caratteristiche della pelle dei serpenti. I miti greci affermano che Giove e Giunone, per festeggiare il loro sposalizio, scelsero un platano.

La corteccia

La corteccia del platano

I rami

I rami del platano

Le foglie

Le foglie del platano

Osservazione di una foglia

Foglia del platano scansionata
Caratteristiche della foglia
Aspetto Proprietà
Colore della lamina superiore Verde oliva
Colore della lamina inferiore Terra verde
Struttura della foglia Semplice, piccolata
Forma generale del lembo Palmato
Forma dell’apice del lembo Acuto
Tipo di margine Dentato
Tipo di nervatura Palminervia
Lunghezza della foglia 23 cm
Lunghezza della lamina 19 cm
Lunghezza del picciolo 4 cm
Luogo di provenienza della foglia Parco Oglio Nord - Località Villagana – Villachiara (BS)
Data di raccolta della foglia 13 – 09 – 2006
Compilatore della scheda Franco, Mohamed